Non ho una competenza scientifica per poter valutare la disputa sorta recentemente tra i dottori favorevoli all’uso dei vaccini e quelli contrari. Posso ascoltare e trarre le mie conclusioni. Conosco quanto possono essere malvagi i propositi di alcuni soggetti che utilizzano lo spauracchio della salute. Questo  spauracchio l’ho conosciuto a  seguito della mia esperienza fatta e dati raccolti durante e dopo la stesura del mio libro autobiografico “La mia mano destra”.

Eccone alcuni:

  •  sono un Talidomidico, ovvero una persona nata senza una mano a causa di un farmaco prodotto negli anni 60. La storia di questa vicenda che ha dato origine alla farmaco vigilanza, è dettagliatamente descritta nel libro “Il farmaco oscuro”, (pubblicato in Italia da TAI)  un thriller farmaceutico, dove gli interessi di pochi e le loro nefandezze sono difficili da confrontare per l’uomo comune. Negli anni sessanta la casa farmaceutica non ritirò il prodotto dal mercato di propria spontanea volontà, ma lo tenne in commercio nonostante il numero di vittime, fino a quando le fu imposto dal governo tedesco di ritirarlo , governo che poi, come riportato da documenti ritrovati di recente e in possesso ad associazioni europee di Talidomidici, era coinvolto nella difesa degli interessi della casa farmaceutica.

 

  • Durante le passate presentazioni del mio libro ho avuto l’opportunità di conoscere Beniamino Bonardi, autore di “Care medicine, quando la salute finisce in tribunale”. La raccolta di dati oggettivi sul marketing esistente nel campo della  salute è irriverente, sconvolgente e assurda, perché nessuno si aspetta che una casa farmaceutica trovi una molecola e ci costruisca intorno una malattia come uno stilista trova un modello e da lì crea uno stile . Puro horror, ma dati concreti.

http://www.ebay.it/itm/Beniamino-Bonardi-Care-medicine-Quando-la-salute-finisce-in-tribunale-/261192098862

 

  • Il DVD della CCDU intitolato “Marketing della pazzia” analizza un incremento delle vendite di farmaci psicotropi a partire dagli anni ottanta con nomi, date e programmi di marketing.

https://www.ccdu.org/bibliografia/documentario-marketing-della-pazzia

 

 

  • recentemente ho trovato su un canale televisivo a me caro per la sua indipendenza, la trasmissione sopra. Molto intrigante.

Quindi nella mia esperienza ho dovuto convincermi che la mia morale e i miei valori, comuni ad una altissima percentuale di abitanti di questo globo, è differente per altri (e fortunatamente non molti) che in nome del guadagno possono fare cose sulla pelle e con la salute di neonati, donne e anziani, al limite della pazzia.

Non credo molto alla difesa di alcuni che utilizzano la frase: ” Ma figurati se ….” cercando di far apparire qualunque vicenda incredibile. Persino L’olocausto nella sua parte iniziale di propaganda utilizzò questo sminuire per abbassare l’allarmismo necessario a mantenere   la propria libertà. Insomma un invito a vigilare sulla propria salute non sedendosi su difese costruita con frasi fatte.

Annunci