La mia mano destra

Libro La mia mano destra

Il primo libro

Nel 1958 una casa farmaceutica tedesca lanciò sul mercato un farmaco. A causa di poveri test di laboratorio, questo farmaco basato sulla Talidomide, causava malformazioni nei futuri bimbi le cui madri lo avevano assunto in gravidanza. Io sono uno di quelle migliaia di bimbi nati tra il 58’ e il 65 anno in cui il prodotto venne ritirato dal commercio.

Il libro narra della mia storia in relazione alla mia mano destra che è focomelica.

Il racconto, leggero e ironico conduce il lettore ad una nuova coscienza di cosa significhi e come vive una persona affetta dalla nascita da sindrome da Talidomide. E non necessariamente deve vivere male.

Il libro è accompagnato da informazioni storiche sulla vicenda.

Leggi anche:

Perchè il primo libro

Cosa è la Talidomide

Intervista Radio

12 commenti

  1. Un libro che si lascia leggere pagina dopo pagina, che ti fa sentire le emozioni vissute durante tutta una vita, un libro che per me e mio padre avrà per sempre un significato importante. Dopo aver letto il libro ho avuto il piacere di conoscere Donato, una persona splendida che mi sento di ringraziare pubblicamente per la sua disponibilità.

    "Mi piace"

  2. Sono tra le Fortunate ad aver letto il libro : l’ho fatto in una sera perché più mi addentravo nella lettura è più volevo andare avanti . Era come avere davanti a me L’ AUTORE( che peraltro non conoscevo) e ascoltare il suo racconto, la sua esperienza . Le parole mi hanno toccato Mente e Cuore, e ho voluto subito scrivere una mail per manifestare il mio entusiasmo a colui che l’ha scritto dicendogli di continuare a scrivere . Complimenti Donato ! Sei un Essere davvero Speciale !!!!!

    "Mi piace"

  3. Buon giorno!
    Sono stato in libreria, ho ordinato il libro, l’ho ritirato e … letto tutto d’un fiato!
    Seguirò l’indicazione del retro della ricevuta fiscale del “carinissimo ristorante di Primolato” e farò conoscere il libro alle alle mie mailing list.
    Però prima desidero dirle che il libro contiene molti spunti di riflessione: senza volerlo, lei è un grande Filosofo!
    La parte concreta (nelle proposte) è interessante, e mi piace il suo approccio col mondo dell’handicap.
    Condivido anche la sua sete di verità che, a mio parere, deve venire prima dei risarcimenti…. lo dico sempre ai miei amici emofilici …
    Davvero da incorniciare il capitolo “Esposizione”.
    Un caro saluto
    Marco

    "Mi piace"

  4. Ho conosciuto Donato -l’autore- e letto il libro. Sembra un libro “ordinario” persino un pò naif; per questo è bello: è un libro semplice ma non facile, come il suo scrittore che pare essere arrivato a un distillato di vita attraverso fatica e dolore e ora sorride…saggiamente!

    "Mi piace"

  5. Ciao Donato,
    voglio ringraziarti ancora per aver scritto “la mia mano destra”. Ne ho già acquistate diverse copie che ho dato a persone che hanno figli con problemi e ritengo che il tuo libro li possa aiutare. Noi siamo cresciuti “arrangiadoci” e facendo le cose in modo naturale senza stare a pensare come posizionare le mani; ma molti genitori si chiedono come farà mio figlio? Il tuo libro mi aiuta a spiegare loro come le cose avvengano in modo fludo e naturale e che i problemi più grandi siano nella struttura mentale delle persone “normali” più che nella disabilità in sè.
    Ti ringrazio ancora con tutto il cuore.

    "Mi piace"

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...